Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK
iic_vilnius

Recenti progressi verso la sostituzione funzionale e sensoriale della mano

Data:

15/09/2017


Recenti progressi verso la sostituzione funzionale e sensoriale della mano

Conferenza del prof. Marco Controzzi nell'ambito del Festival della Scienza "L'Astronave Terra"

La mano umana, oltre ad essere uno degli agenti principali dell'attività motoria, è l'organo principale del quinto senso, il tatto, e parte del nostro sistema di comunicazione. La sua complessità anatomica, la ricchezza e la varietà dei recettori sensoriali combinati con il suo intimo collegamento di comunicazione con il cervello rendono la sostituzione di una mano mancante da una protesi una delle più grandi sfide dell'ingegneria riabilitativa e della neuroscienza applicata. Le più recenti protesi mioelettriche soffrono di una serie di limiti quali: scarsa/difficile controllabilità, mancanza di feedback sensoriali, carente funzionalità e cosmesi nonché logorante malessere (troppo pesante, troppo caldo o troppo caldo).

Mentre la controllabilità e il feedback sensoriale riguardano principalmente l'interfaccia tra l'individuo e le protesi, ossia la Human-Machine-Interface (HMI), la funzionalità, la cosmesi e la vestibilità sono problemi maggiormente legati alle caratteristiche fisiche della mano.

Il discorso sintetizzerà la ricerca in corso presso l'Istituto BioRobotico riguardante lo sviluppo di abili mani protesiche e la Human-Machine-Interface

Da marzo 2014 Marco Controzzi è Professore in Robotica Biometica (ING-IND / 34) all'interno dell'Istituto di Biorobotica della Scuola Superiore Sant'Anna, Pisa, Italia (posizione non di ruolo).

La sua attuale ricerca è principalmente dedicata alla progettazione e allo sviluppo di dispositivi artificiali avanzati finalizzati a migliorare la vita delle persone con disabilità.

Marco Controzzi è responsabile scientifico del laboratorio di Human-Robot Interaction e direttore del progetto DeTOP (Dexterous Transradial Osseointegrated Prosthesis con controllo neurale e feedback sensoriale) finanziato dalla Commissione Europea. Lo scopo del progetto DeTOP è quello di creare una nuova frontiera delle protesi degli arti superiori in grado di riprodurre la funzionalità della mano naturale.

Per prenotare il posto: http://www.mokslofestivalis.eu/renginys/2017/pazanga-kuriant-funkcini-ir-jutimini-rankos-pakaitala/

Informazioni

Data: Ven 15 Set 2017

Orario: Alle 17:00

Organizzato da : Festival della Scienza

In collaborazione con : IIC Vilnius

Ingresso : Libero


Luogo:

Sala Grande dell‘Accademia delle Scienze della Lituania

657